Mucca

 

 

 


Dati riepilogativi

Quota iniziale : 2032 m
Quota finale: 2513 m
Dislivello: 529 intero giro
Tempo CAI: 1:15 fino alla punta di Fontana Fredda, 2:45 intero giro compresa la visita al Santuario


Accesso stradale

Autostrada A5 uscita Saint-Vincent-Châtillon. Seguire le indicazioni per Breuil Cervinia. In uscita da Saint Vincent prendere la SR46 in direzione Cervinia e seguirla per circa 18,5 km. Giunti a Valtournenche in prossimità di una leggera curva a sinistra di fronte all'Albergo Etoile de Neige svoltare a destra e seguire la strada per Barmaz fino al grande parcheggio a fine strada.

Coord. parcheggio: N 45.867652, E 7.642519


Cartina

foto

Galleria fotografica

Leggenda

Profilo e traccia GPS

Leggenda

Video traccia 3D

Valtournanche - Punta Fontana Fredda da Cheneil

venerdì 21 agosto 2020

Facile escursione adatta a tutti su sentieri panoramici al cospetto delle più belle montagne della Valtournenche. L'unico punto d'attenzione è costituito dal tratto di sentiero che dalla Punta Fontana Fredda si dirige verso il Colle di Cheneil. Questo tratto è segnalato EE per la presenza di alcuni brevi tratti piuttosto ripidi su terreno sdrucciolevole che, anche se non esposti o pericolosi vanno percorsi con attenzione, pertanto in presenza di bimbi piccoli o poco esperti, si consiglia di fermarsi alla Punta di Fontana Fredda e rientrare utilizzando lo stesso percorso della salita.

Lasciata l'auto nel parcheggio a fine strada in località Barmaz da dove partono molti sentieri, ci avviamo verso l'ascensore panoramico che sale a Cheneil. Oggi ci sentiamo particolarmente pigri perciò invece di imboccare uno dei sentieri per la salita decidiamo di approfittare dell'ascensore a 8 posti gratuito che sale lentamente facendoci godere di una vista spettacolare.

Giunti alla conca di Cheneil veniamo subito colpiti dalla bellezza del posto e del piccolo paese nonché dal panorama verso la vallata. Ci dirigiamo verso le paline alla destra del paese da dove partono molti itinerari compreso il nostro. Iniziamo a seguire il sentiero n. 31 per il santuario di Clavalité che entra subito nel rado bosco ma che presenta diversi punti panoramici sia verso il Cervino che verso le maggiori vette della Valtournenche.

Dopo poco meno di mezz'oretta di cammino si esce definitivamente dal bosco e si arriva in un piano dove il sentiero si biforca: a sinistra si stacca il sentiero 30 per il Grand Tournalin mentre a destra si prosegue sul sentiero 31 per il santuario. Seguiamo quest'ultima direzione e in circa 30 minuti di facile sentiero superiamo una serie di balze erbose giungendo al colle di Fontana Fredda. Ci fermiamo qualche istante per goderci il panorama anche se un po' nascosto dalle nuvole sia verso la conca di Chamois che verso la cresta che percorreremo al rientro con nostro stupore ritroviamo la casa dell'"orco della montagna" che ci aveva salvato da un momento di sconforto del più piccolo della famiglia durante l'escursione di dieci anni fa.

Visto che abbiamo tempo decidiamo di fare una piccola deviazione verso il santuario di Clavalité che si trova a circa 15 minuti sulla sinistra. Percorriamo la strada sterrata verso il santuario dove troviamo molta gente essendo aperta la seggiovia che sale dalla valle di Chamois permettendo ai turisti di arrivare in quota senza fatica. Dopo una brevissima sosta ritorniamo sui nostri passi fino al colle da dove parte il sentiero per la Punta Fontana Fredda meta della nostra gita odierna.

Iniziamo a risalire la facile cresta che in pochi minuti ci parta in vetta da dove si gode di uno splendido panorama sulla valle e sul Lago di Cignana dove siamo stati lo scorso mese. Ci fermiamo per il pranzo in vetta dopo di che proseguiamo il nostro giro ad anello. Inizia ora il tratto di circa un chilometro che abbiamo evidenziato più sopra e segnalato come EE per la presenza di tratti un po' ripidi e sdrucciolevoli non molto adatti ai bambini piccoli o poco esperti in presenza dei quali si consiglia il rientro utilizzando lo stesso sentiero della salita.

Imbocchiamo il sentiero 31 verso ovest che dopo qualche decina di metri in piano inizia a scendere con decisione. Superata la prima discesa il sentiero ritorna in piano fino ad una seconda più semplice picchiata che anticipa un lungo tratto su facile cresta da dove si possono gustare grandiosi panorami verso il lago di Lod e verso Valtournenche. Un'occhiata al tratto appena percorso ed eccoci all'ultimo tratto ripido prima del Colle di Cheneil dove incontriamo il sentiero 107 detto "La Gran Balconata del Cervino" che a sinistra scende verso Chamois mentre a destra prosegue per Cheneil.

Proseguiamo a destra e seguiamo il rilassante sentiero turistico che scende dolcemente. A metà discesa incontriamo una palina in cui il sentiero viene erroneamente indicato come EE anche se in realtà è palesemente un E/T. Giunti a Cheneil ci dirigiamo verso l'ascensore, un'ultima occhiata a questo splendido paesino e scendiamo verso l'auto.