Mucca

 

Libro di vetta
Firma il libro di vetta

 


Dati riepilogativi

Quota iniziale : 1955 m
Quota finale: 2843 m
Dislivello: 914 m comprensivi di 26 m di perdite di quota
Tempo CAI: 2:30:


Accesso stradale

Autostrada A5 uscita Aosta Est
Prendere la E27 in direzione Gran San Bernardo e seguire la strada per 9 km. Svoltare a destra verso Frazione Chez Roncoz. Seguire la strada per 27 Km fino al parcheggio della diga Place Moulin.


Cartina

foto

Galleria fotografica

Leggenda

Profilo altimetrico

Valpelline - Lac Long e Lac Mort

mercoledì 16 agosto 2017

L'escursione di oggi per il dislivello, la pendenza e la presenza di tratti su facile pietraia è adatta ai bambini a partire dagli 8-9 anni e comunque con un discreto allenamento dato che soprattutto la prima parte del sentiero è abbastanza ripido.

Lasciata l'auto nel parcheggio a pagamento (2.5 € al giorno) nei pressi della diga di Place Moulin ci avviamo verso i cartelli che indicano tutte le possibili destinazioni. Il nostro percorso inizia proprio dalla stradina che sale a sinistra dei cartelli. Giunti al terzo tornante incontriamo sulla sinistra l'inizio della variante del sentiero 7 che trascuriamo per rimanere ancora sulla strada che seguiamo fino ad arrivare ad una galleria. A destra della galleria parte il sentiero 7 proprio accanto all'arrivo della monorotaia che, tipo Ortobruco Tour, scende dall'Alpe Plan Vayun.

Il sentiero si inerpica subito ripido nel rado bosco scavalcando una prima volta la monorotaia (prestare molta attenzione all'eventuale carrello in movimento) e con molte giravolte guadagna subito quota tra i paravalanghe ma regalando molti scorci sulla diga di Place moulin e i suoi meravigliosi colori.

Dopo circa un'ora di cammino arriviamo ai ruderi dell'Alpe Le Meà (2320 m) da dove si gode una splendida vista sul Dent d'Hérens, la punta Margherita, Les Jumeaux e il Tour du Creton. Sui resti di una baita si può vedere chiaramente incisa la data di costruzione 1923. Il sentiero prosegue a monte delle baite verso destra un po' meno ripido. Si trascura il sentiero che incontriamo proveniente da sinistra (è il ricongiungimento della variante del sentiero 7 che abbiamo trascurato al terzo tornante dalla partenza) e proseguiamo verso destra. Incontriamo un tratto di sentiero lastricato che costeggia ancora una volta la monorotaia e sbuca su un bel terrazzo panoramico. Riattraversiamo la monorotaia e in pochi minuti arriviamo ai ruderi dell'Alpe Le Seytives Damon (2450 m).

Attraversiamo l'alpeggio e proseguiamo attraversando un piccolo guado e giungendo ad un bivio poco prima dell'Alpe Plan Vayun. A sinistra si va verso il Lac du Mont Rouge a destra si prosegue per il Lac Long e il Lac Mort. Saliamo a destra in direzione dell'Alpe Plan Vayun (2578 m) che oltrepassiamo a monte delle baite. Il sentiero riprende a salire in direzione di una prima cascatella che scende dal Lac Long e successivamente superata una balza giunge ad una seconda cascatella in cima alla quale finalmente ecco comparire il Lac Long (2720 m). Il sentiero prosegue alla sinistra del lago (destra orografica) trascuriamo un altro bivio per il Lac du Mont Rouge e arriviamo fino in fondo al lago dove dopo un breve tratto a destra su sfasciumi riprende il sentiero per il Lac Mort.

Dopo pochi minuti il sentiero attraversa una facile pietraia, prosegue su evidenti tracce fino a superare un'ultima balza dietro la quale si nasconde in una conca il Lac Mort (2843 m) che non si vede fino all'ultimo. Sembra di stare su Marte, una muraglia di rocce rossicce circonda completamente la valletta dove sorge il lago coi sui splendidi riflessi che vanno dal rosso al blu. Non smetteremmo mai di guardarci intorno. Scendiamo fino alla riva del lago e incantati dal paesaggio consumiamo il meritato spuntino. Dopo un riposino e qualche foto decidiamo di scendere lungo lo stesso itinerario della salita che continua a regalarci scorci meravigliosi. In poco tempo raggiungiamo l'Alpe Plan Vayun dove un bel cavallo bianco fa merenda tranquillo sul prato, successivamente giungiamo ai ruderi dell'Alpe Le Seytives Damo da dove si gode di un ottima vista sul Lago di Place Moulin ed infine eccoci di ritorno dalla splendida gita.