Mucca

 

Libro di vetta
Firma il libro di vetta

 


Dati riepilogativi

Quota iniziale : 1628 m
Quota finale: 2022 m punto più alto
Dislivello: 534 m comprese le perdite di quota
Tempo CAI: 3:30 h


Accesso stradale

Autostrada A26 e proseguire sulla E62 fino all'uscita Domodossola. Svoltare a destra in direzione Domodossola. Imboccare la SS659 e seguire le indicazioni per Bognanco prima e poi per San Lorenzo fino al termine della strada e quindi al parcheggio.

Coord. parcheggio: N 46.151365°
E 8.195691°


Cartina

foto

Galleria fotografica

Leggenda

Profilo altimetrico

Val Bognanco - Anello Lago di Agro e Rifugio Gattascosa

domenica 5 agosto 2018

L'uscita di oggi è un giro ad anello nel cuore della Val Bognanco che non presenta alcuna difficoltà pertanto è adatto a tutti.

Lasciata l'auto nel grande parcheggio nei pressi del rifugio San Bernardo ci rendiamo subito conto che moltissime persone hanno avuto la nostra stessa idea di trascorrere una giornata alla ricerca di un po' di fresco infatti alle 9:00 il parcheggio è già pieno di auto.

Ci incamminiamo ripercorrendo per una cinquantina di metri la sterrata di accesso al parcheggio a destra del rifugio. Arrivati al bivio dove sono posti i cartelli indicatori dei principali itinerari della zona, svoltiamo a sinistra e imbocchiamo la stradina che in discesa si dirige verso il ponticello sul Rio Rasiga che raggiungiamo in circa dieci minuti.

Passato il ponte la strada parzialmente asfaltata incomincia a salire decisa nel bosco. Ignoriamo le deviazioni laterali e dopo circa quindici minuti di salita raggiungiamo il rifugio Il Dosso con il suo caratteristico Püstecc di biciclett. Ancora qualche minuto e raggiungiamo il bivio per l'Alpe Paione e gli omonimi laghi, lo ignoriamo e svoltiamo a sinistra rimanendo sulla strada principale.

Alzato lo sguardo vediamo la palina che indica l'inizio del sentiero per il Lago di Agro, indica 35 minuti di cammino.

Iniziamo a salire lungo il bel sentiero che sale dolcemente nel rado bosco. Passiamo il bivio per l'Alpe Monscera attraverso il sentiero dei cacciatori e proseguiamo dritto lungo il sentiero principale che diventa man mano più ripido fino ad arrivare in breve al lago di Agro.

Troviamo un posto tranquillo sulla riva est proprio sotto la balconata che porta alla Bocchetta di Camona. Mentre Toby si rinfresca nelle acque del lago i ragazzi salgono lungo il sentiero per la bocchetta per scattare qualche foto dall'alto.

Dopo una pausa riprendiamo il cammino imboccando il sentiero che lascia il lago dalla sponda sud-ovest scendendo verso un laghetto più piccolo. Proseguiamo la piacevole camminata attraversando alcune radure iniziando ben presto a perdere quota in una valletta. Dopo aver passato un piccolo ruscello su un ponticello risaliamo sull'altra sponda fino a raggiungere, nei pressi dell'Alpe Monscera, la strada sterrata che sale da San Bernardo e che abbiamo abbandonato più sotto.

Imbocchiamo la sterrata che sale a destra verso il rifugio Gattascosa. Dopo circa duecento metri una palina evidenzia il bivio per il passo di Monscera. Rimaniamo sulla strada che svolta leggermente a sinistra e prosegue praticamente in piano attraverso i pascoli. Raggiungiamo un altro bivio per il Passo del Monscera e in pochi minuti raggiungiamo il Rifugio Gattascosa dove ci fermiamo per una meritata pausa pranzo a base di polenta spezzatino e salsiccia.

Dopo esserci rifocillati riprendiamo il cammino prendendo il sentiero che parte a sinistra del rifugio e sale ripido superando un dosso. Passato questo breve tratto in salita il sentiero inizia a scendere dirigendosi verso il Lago di Ragozza per arrivare fino alla torbiera di Gattascosa che attraversiamo su una comoda passerella.

Il tracciato entra ora nel bosco continuando a scendere fino ad incrociare una sterrata. Non ci resta che svoltare a sinistra e seguendo la strada arrivare fino al parcheggio dove ci aspetta l'auto.